Il Progetto Verziano_7^ edizione è realizzato da Compagnia Lyria in collaborazione con Ministero di Giustizia Casa di Reclusione Verziano Brescia e Centro Teatrale Bresciano. In programma laboratori di danza contemporanea, contact improvisation e teatro danza, che si svolgono presso Verziano da ottobre 2017 a giugno 2018 con cadenza mensile durante il fine settimana. Il progetto si conclude con tre eventi rivolti all’intera cittadinanza e una presentazione rivolta esclusivamente alla popolazione carceraria.

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo di Comune di Brescia, Ordine degli Avvocati di Brescia e Fondazione Banca San Paolo di Brescia, alla collaborazione di Istituto di Formazione Feldenkrais di Milano, Libreria Punto Einaudi, Associazione Libertà @ Progresso ed è inserito nelle attività del collettivo cittadino Extraordinario.



Eventi conclusivi del Progetto Verziano 7^ edizione

Performance
Spazi aperti

Quando: lunedì 18 giugno ore 19.00 (ingresso del pubblico ore 18.30)
Dove: Casa di Reclusione Verziano Brescia, via Flero 157, Brescia

Durata: 80 minuti

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili, previo accreditamento.
Per effettuare la richiesta di accreditamento è necessario compilare entro il 26 maggio

Richieste di accreditamento chiuse, grazie. 

Ideazione Giulia Gussago e Antonio Caporilli
Performer Cancarini Francesco, Fanelli Valentina, Francesconi Silvia, Guarino Annalisa, Mazzacani Lucia, Ricchini Susi, Serlini Erica, Vezzola Giovanna, Zanelli Alessandra, Zoni Elisabetta, Zucchi Arturo, insieme agli ospiti della Casa di Reclusione di Verziano Amrinder, Elton, Francoise, Gentjan, Giuseppe, Hava, Korab, Liljana, Marino, Mauro, Rambo, Sanda, Violeta.

Hanno inoltre partecipato ai laboratori Alberti Emanuela, Andreis Mariuccia, Bassani Monica, Chiodi Ramon, Pellegrini Adriana, Possi Roberta e Anissa, Annamaria, Daniela, Francesco, Giovanni, Ijeoma, Kuljit, Lacine, Lara, Maria Teresa, Naryman, Sara, Sofia, Sonia, Valentin, Yamina, Zouhra.

Spazi aperti è il titolo dell’evento conclusivo della settima edizione del Progetto Verziano, un momento di festa e di condivisione con la cittadinanza del percorso svolto durante i laboratori condotti da Giulia Gussago e Antonio Caporilli. Il gruppo di lavoro, costituito da liberi cittadini e detenuti, si è incontrato una volta al mese nel corso di fine settimana intensivi a partire da ottobre 2017 presso la palestra di Verziano.
Durante i laboratori fisico-sensoriali i partecipanti hanno affrontato lo studio del movimento in relazione al suono, alla parola e al segno, scoprendo nuove modalità di utilizzo del proprio corpo, della propria immaginazione e delle proprie abilità creative.
L’esperienza maturata durante l’anno diviene il patrimonio comune a cui ognuno attinge per la creazione di Spazi aperti, performance di composizione istantanea che non prevede alcuna coreografia o regia, bensì nasce e si sviluppa in tempo reale ed è, per sua natura, irripetibile.
A seguire è previsto un momento di condivisione, in un clima informale, tra pubblico, performer e rappresentanti degli Enti che hanno sostenuto il progetto.

In caso di pioggia non è previsto uno spazio coperto.

Un particolare ringraziamento al Direttore della Casa di Reclusione Verziano Brescia Francesca Paola Lucrezi e a tutto il personale dell’Istituto


L’anteprima della performance Spazi aperti si tiene domenica 17 giugno presso Verziano ed è rivolta esclusivamente alla popolazione carceraria.


Azioni performative, incontro e mostra fotografica 
Sette anni dentro

Quando: sabato 12 maggio 2018 ore 15.00
Dove: Foyer Teatro Sociale, via Felice Cavallotti 20, Brescia
Ingresso libero
Durata: 90 minuti

Danza Giulia Gussago
Lettori Beatrice Faedi e Antonio Palazzo
Testi dei detenuti e cittadini partecipanti al progetto
Musiche originali Alessandro Siani
Mostra fotografica Daniele Gussago

Riflessioni offerte da
Francesca Paola Lucrezi, direttore della Casa di reclusione Verziano Brescia
Monica Lazzaroni, presidente del Tribunale di Sorveglianza di Brescia
Felice Scalvini, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Brescia
Luca Perugini, consigliere dell’Ordine Avvocati di Brescia
Giulia Gussago, direttore artistico del Progetto Verziano
Coordina Angelo Piovanelli, responsabile organizzativo del Progetto Verziano 7^ edizione

Sette anni di attività di Compagnia Lyria presso il carcere di Verziano. Ne ripercorriamo l’evoluzione e i momenti salienti, focalizzando i riscontri positivi registrati dai detenuti della Casa di Reclusione e dai liberi cittadini che hanno preso parte alle varie edizioni del progetto.
In programma azioni performative di Giulia Gussago accompagnate dalle musiche originali create da Alessandro Siani per i precedenti spettacoli del Progetto Verziano e dalla lettura di testimonianze di detenuti e cittadini da parte degli attori Beatrice Faedi e Antonio Palazzo.
Nell’occasione viene inaugurata una mostra antologica del fotografo Daniele Gussago, che ha documentato tutte le edizioni del progetto. La mostra sarà inoltre visibile fino al 20 maggio negli orari di apertura della biglietteria del Teatro Sociale (da martedì a sabato ore 16-19 e la domenica ore 15.30-18).
L’incontro si conclude con le riflessioni di persone che, con il loro contributo e degli Enti che rappresentano, hanno reso possibile la realizzazione del Progetto Verziano in questi anni.


Incontro e presentazione del libro di Mara Della Pergola
Lo sguardo in movimento
Arte, trasformazione e metodo Feldenkrais

Quando: lunedì 14 maggio ore 18.30
Dove: Foyer del Teatro Sociale, via Felice Cavallotti 20, Brescia
Ingresso libero
Durata: 60 minuti

Nel corso dei laboratori svolti presso Verziano Giulia Gussago, insegnante di Metodo Feldenkrais accreditata dal Feldenkrais European Training Accreditation Board, ha introdotto quest’anno l’insegnamento delle lezioni collettive, dette Consapevolezza Attraverso il Movimento®, del Metodo Feldenkrais®. Il fondatore del metodo, Moshé Feldenkrais (1904-1984), fisico e ingegnere israeliano, era particolarmente interessato al comportamento umano e all’apprendimento ed elaborò una raffinata ed efficace proposta applicata ai processi psicomotori, originale metodologia di approccio allo studio di sé attraverso il movimento, attualmente diffusa in tutto il mondo e sperimentata a Verziano con esiti positivi.

Durante l’incontro, oltre alla comunicazione di questa innovativa esperienza in carcere, Mara Della Pergola, fondatrice dell’Istituto di Formazione Feldenkrais di Milano e trainer di fama internazionale, presenta il suo libro Lo sguardo in movimento. Arte, trasformazione e Metodo Feldenkrais (Casa Editrice Astrolabio-Ubaldini Editore), in dialogo con Giulia Gussago.

“Quando un’opera d’arte ci colpisce e rapisce il nostro sguardo, si innesca un duplice movimento: osservando, entriamo nell’opera d’arte, mentre l’opera d’arte entra in noi trasformando le nostre sensazioni e modificando la nostra corporeità. Il dialogo che si genera tra chi osserva e l’opera è di fatto un dialogo con se stessi, un percorso di conoscenza e consapevolezza di sé. Utilizzando principalmente gli strumenti della sua lunga esperienza di pratica e insegnamento del metodo Feldenkrais, l’autrice del libro propone un percorso estremamente ‘corporeo’ di esplorazione artistica, in cui l’esperienza somatica assume un ruolo guida.”


Progetto Verziano 7^ edizione
Direzione artistica Giulia Gussago
Direzione organizzativa Monica Cinini
Responsabile organizzativo Angelo Piovanelli
Segreteria Sabrina Schivardi e Lucia Mazzacani
Fotografo Daniele Gussago
Video Celeste Lombardi
Amministrazione Elisabetta Trainini